Castello di Tassarolo azienda vitivinicola

Storia

Veduta aerea del Castello di Tassarolo Il nostro antico  torchio del 1300 Pieter Paul Rubens, ritratto di Brigida Spinola Lo Stemma degli Spinola Il Castello di Tassarolo

La famiglia Spinola è proprietaria del Castello di Tassarolo dal 1300. Il castello fu costruito intorno ad una torre del XI secolo e fu in seguito ampliato e rinnovato soprattutto durante il Rinascimento. L'edificio sottostante il colonnato è la zecca dove gli Spinola hanno battuto moneta fino al XVII secolo.

In una relazione comissionata dall'imperatore Ferdinando III nel 1656 sui propri feudi imperiali, il Castello di Tassarolo è citato come appartenente al conte Filippo Spinola:

È un castello bello e robusto, 5 miglia da Seravalle. Ha circa 80 famiglie, ma non subordinati. C'è un vino buono, qualsiasi tipo di pane, una buona qualità di fieno, carne, qualsiasi tipo di formaggio...
(dagli archivi di Stato di Vienna).

La Famiglia Spinola

Gli Spinola sono una delle famiglie più antiche d'Europa, risalgono al 900. Per importanza, paragonabile ai Medici a Firenze, annovera tra membri passati e presenti, armatori di navi, cardinali, dogi della Repubblica di Genova, banchieri e generali.

Il castello di Tassarolo si erge al centro delle antiche fortezze che una volta difendevano la vasta proprietà terriera della famiglia Spinola, lo stato Spinolino.

Per molti secoli la famiglia Spinola si è servita di queste fortezze per controllare l'unica via tra la Repubblica di Genova ed il continente Europeo. La loro economia si basava sulle tasse riscosse sul diritto di passaggio.

Enormi somme di denaro furono raccolte e così la famiglia Spinola iniziò a finanziare varie imprese e spedizioni. Cristoforo Colombo fu assoldato dalla Compagnia Spinola a Lisbona e la famiglia Spinola contribuì a metà dei costi del suo viaggio alla scoperta dell'America.

Lo Stemma degli Spinola

Il simbolo principale dello stemma è l'Aquila bicipite, proveniente dall'Antico Impero Romano che si estendeva da Occidente ad Oriente. La corona in cima alle teste delle Aquile rappresenta l'Impero Austro-Ungarico del quale gli Spinola erano emissari con il loro proprio stemma di Marchesi che si può vedere sopra lo scudo. Il campo quadrettato nel mezzo dello scudo risale al primo Spinola che emigrò dalla Germania intorno al 750 AD. L'artiglio della'Aquila di destra stringe il simbolo del Papato e del mondo mentre quello dell'Aquila di sinistra impugna una spada ed una scimitarra, entrambi simboli del potere del comando.

Il nome Spinola è rappresentato dal simbolo di una spina di botte nella parte alta dello scudo, che veniva usato per prelevare il vino dalle grandi botti di legno: un indicazione dell'antica tradizione di fare il vino che continua nella famiglia Spinola fino ad oggi.

 
IL CASTELLO DI TASSAROLO SI AFFITTA PER EVENTI (MATRIMONI, COMUNIONI, CONGRESSI, CORSI, ECC.)

 
Fondazione Spinola